23 Ott 2014

23/10/2014

Filed under Argomenti vari

23.10.2014: Se siamo uniti tutto è più facile. 
Buona giornata

Se siamo uniti, Gesù è fra noi. E questo vale. Vale più d’ogni altro tesoro che può possedere il nostro cuore: più della madre, del padre, dei fratelli, dei figli. Vale più della casa, del lavoro, della proprietà; più delle opere d’arte d’una grande città come Roma, più degli affari nostri, più della natura che ci circonda con i fiori ed i prati, il mare e le stelle: più della nostra anima! È lui che, ispirando i suoi santi con le sue eterne verità, fece epoca in ogni epoca. Anche questa è l’ora sua: non tanto d’un santo, ma di lui; di lui fra noi, di lui vivente in noi, edificanti – in unità d’amore – il Corpo Mistico suo. Ma occorre dilatare il Cristo; accrescerlo in altre membra; farsi come lui portatori di Fuoco. Far uno di tutti ed in tutti l’Uno! Ed allora viviamo la vita che egli ci dà attimo per attimo nella carità. È comandamento base l’amore fraterno. Per cui tutto vale ciò che è espressione di sincera fraterna carità. Nulla vale di ciò che facciamo se in esso non vi è il sentimento d’amore per i fratelli: ché Iddio è Padre ed ha nel cuore sempre e solo i figli.
(Fonte: Chiara Lubich – Se siamo uniti, Gesù è fra noi – http://www.cittanuova.it/public/index.php?page=c&id=592)

No responses yet

22 Ott 2014

22/10/2014

Filed under Argomenti vari

22.10.2014: Superare ogni egoismo.
Buona giornata

[...] «È sacra questa dichiarazione d’amore reciproco, questo patto – dice Chiara –; è solenne, anche se fatto nella semplicità; e non è privo di difficoltà».[...]
[...] C’è in questo patto un forte richiamo alla radicalità dell’amore evangelico. La carità – come la intende Gesù – non è solo «una prontezza a dar la vita. È dar la vita (…). Ogni cristiano, solo se muore sempre a se stesso per gli altri, ha la carità». Se muore spiritualmente, rinnegando se stesso per “vivere gli altri”. O anche fisicamente, se occorre.[...]
(Fonte: Marco Tecilla- Citazione di Chiara e varie su: http://www.indaco-torino.net/gens/34_04_03.htm)

No responses yet

21 Ott 2014

21/10/2014

Filed under Argomenti vari

21.10.2014: Amarci richiede la morte del nostro io.
Che sfida! Uniti nel Suo nome ce la possiamo fare, vero?
Buona giornata. ;)

[...] E vuole che anche noi amiamo: Lui con tutto il cuore, con tutta l’anima, con tutta la mente e ogni prossimo come noi stessi (cf Mt 22, 37-39).
Anche noi, dovevamo nella vita essere amore: piccoli soli accanto al Sole.[...]
[...] Ma è proprio per questo che il prossimo, amato così, prima o poi, viene conquistato da Cristo che vive in noi sulla morte del nostro io».
Ma quand’è così, il fratello risponde al nostro amore con il suo amore. Ed ecco l’amore al prossimo che sfocia nella reciprocità.[...]
(Fonte: http://www.indaco-torino.net/gens/96_01_02.htm)

1 commento

20 Ott 2014

20/10/2014

Filed under Argomenti vari

20.10.2014: Pronti a perdere pur di mantenere la carità tra noi.
Buona settimana.

[...] Occorre, anche qui, mettere in pratica anzitutto l’arte di amare, come l’ho spiegata prima: avere cura di amare tutti e non soltanto quella persona;
ed amare con amore soprannaturale, vedere Gesù in tutti.
Magari è una compagna di studio o una collega a scuola, per cui – fra le persone con cui avete a che fare – vi tocca parlare anche con lei.
Ma poi passate ad un altro e vi concentrate pienamente su di lui, senza tenere rimasugli di affetto nel cuore, è sempre lo stesso Gesù che noi amiamo in tutti.
Questo amore soprannaturale è veramente la prima arma, la via più efficace.
(Fonte: Incontro–dialogo con Chiara Lubich – La nuova generazione sacerdotale davanti alle sfide di oggi – http://www.indaco-torino.net/gens/99_45_05.htm)

2 commenti

19 Ott 2014

19/10/2014

Filed under Argomenti vari

19.10.2014: Essere solidali. 
Che questo passaparola ci aiuti ad essere le ‘braccia’ dell’amore di Dio per il fratello.
Buona domenica.

[...] L’Economia di Comunione nasce dall’intuizione di Chiara Lubich che, in visita in Brasile,
non sa darsi pace per l’indecente squilibrio tra i grattacieli e le baraccopoli.
Troppa ricchezza che fa a pugni con un’intollerabile miseria.
Pensa a qualcosa che vada al di là dell’emergenza, della semplice carità.
Pensa ad un progetto che rappresenti una riposta più organica, più solida e più solidale.
Nasce così il progetto di Economia di Comunione.
Coloro che aderiscono mettono in comune i profitti proponendosi tre obiettivi:

  • aiutare le persone in difficoltà, creando nuovi posti di lavoro;
  • diffondere la “cultura del dare” e dell’amore;
  • sviluppare l’impresa, che deve restare efficiente.[...]
  • (Fonte: http://www.genteveneta.it/public/approfondimento.php?id=2369)

 

 

 

 

2 commenti

18 Ott 2014

18/10/2014

Filed under Argomenti vari

18.10.2014: Tener viva la carità tra noi. 
Buon fine settimana.

«Vorrei che tutto il mondo crollasse, ma che Lui sempre rimanesse fra noi, fra noi uniti nel suo Nome, perché morti al nostro.
Fratelli, Iddio ci ha dato un ideale che sarà la salvezza del mondo!
Restiamogli fedeli, costi quel che costi anche se un giorno dovessimo gridare
con l’anima in fiamma per infinito dolore: “Dio mio, Dio mio, perché anche Tu mi hai abbandonato?”.
E avanti! Non con la nostra forza, meschina e debole, ma con l’onnipotenza dell’Unità.
Ho constatato, toccato con mano che il Dio fra noi compie l’impossibile: il miracolo!».
(Fonte: Chiara Lubich – http://www.indaco-torino.net/gens/03_05_03.htm)

No responses yet

17 Ott 2014

17/10/2014

Filed under Argomenti vari

17.10.2014: Tendere alla fratellanza universale al di là di ogni limite umano.
Buona giornata.

 

 

Da uno scritto di Chiara Lubich: 2 dicembre 1946
[...] oltrepassare sempre col pensiero e coll’affetto del cuore
ogni limite posto dalla vita umana e tendere costantemente e
per abito preso alla fratell
anza universale in un solo Padre: Dio.

No responses yet

16 Ott 2014

16/10/2014

Filed under Argomenti vari

16.10.2014: Comportarsi da fratelli. 
Buona giornata

Vorremmo chiederti, Chiara, come ti sei trovata nel rapporto con i fedeli delle altre religioni?

Mi sono sempre trovata benissimo! Perché anche se le nostre religioni sono diverse abbiamo molto in comune e questo ci unisce; la diversità invece ci attrae, ci incuriosisce. Per cui, per due motivi sono contenta: perché vengo a conoscere altre cose, entro nella cultura dell’altro, ma anche perché trovo fratelli uguali, in quanto crediamo in tante cose uguali. La più importante è la famosa «regola d’oro»: «Non fare agli altri ciò che non vorresti fosse fatto a te». Questa frase è presente nei libri sacri di tutte le più importanti religioni. È, per i cristiani, anche nel Vangelo. Essa vuol dire: tratta bene i tuoi fratelli, abbi tanta stima dei tuoi fratelli, ama i tuoi fratelli. E allora, quando essi scoprono questa frase nella propria Scrittura e io nella mia, io amo, loro amano, ecco che ci amiamo, e questa è la base per iniziare a vivere la fratellanza universale. (…)
(Fonte: Chiara Lubich – Dialogo con i mussulmani – http://www.centrochiaralubich.org/it/component/customproperties/tag/51.html)

No responses yet

15 Ott 2014

15/10/2014

Filed under Argomenti vari

15.10.2014: Fare il primo passo per riconciliarci col fratello. 

Chissà quante volte, nell’esame di coscienza serale, ci siamo trovati davanti a questa frase.
È fatica, ma quando si riesce siamo ripagati da una gioia che non ha prezzo.
Buona giornata.

[...] Non porre discriminazioni fra gli uomini che hanno contatto con te,
non emarginare nessuno, ma a tutti offri quanto puoi dare, imitando Dio Padre.
Aggiusta piccoli o grandi screzi che dispiacciono al Cielo e t’ amareggiano la vita,
non lasciare tramontare il sole – come dice la Scrittura – sulla tua ira, verso chiunque.

Se ti comporterai così, tutto ciò che farai sarà gradito a Dio e rimarrà nell’ eternità.
Sia che tu lavori o riposi, sia che tu giochi, o studi, sia che tu stia con i tuoi figli,
o che tu porti la tua signora a spasso, sia che tu preghi, o ti sacrifichi, o adempi quelle pratiche religiose
che convengono alla tua vocazione cristiana, tutto, tutto sarà materia prima per il Regno dei Cieli.

Il Paradiso è una casa che si costruisce di qua e si abita di là.
E si costruisce con l’amore.
(Fonte: Chiara Lubich – Parola di Vita – Gennaio 1981)

No responses yet

14 Ott 2014

14/10/2014

Filed under Argomenti vari

14.10.2014: Testimoniare l’amore di Dio con la vita.
Con questo impegno vissuto insieme, ti auguro una buona giornata.

[...] al giorno d’oggi, la comunione dei beni, una distribuzione di essa più equa tra persone e popoli, risulta la più credibile testimonianza di amore verso l’uomo.
E’ una riscoperta — non importa se inconsapevole, deformata o persino eretica — della visione del mondo come ce l’ha data il cristianesimo al suo primo sorgere.
E’ un segno dei tempi.
Se ci si trova poi a contatto coi problemi del mondo cristiano, si sa che lo slogan di tutti i movimenti nuovi è: « Ritorno alle origini », « guardiamo alla Chiesa Primitiva ».
(Fonte: Chiara Lubich Congresso Gen2 1971 – http://www.indaco-torino.net/gens/71_67_02.htm)

1 commento

Articoli precedenti »